Dana Dei Bulli Invincibili. Doppia intervista: allevatore e acquirente.

In questo nuovo articolo affrontiamo un tema importante, segnalatoci più volte sia tramite email sia sui nostri social. Ci riferiamo all’importanza di avere un supporto dell’allevatore dopo la consegna del cucciolo alla nuova famiglia. È ancora elevato il numero di utenti che si affidano a fantomatici allevamenti di Bouledogue Francese che nel momento del bisogno scompaiono. Consegnato il cane, intascati i soldi, puff. Il telefono suona a vuoto.


Doppia intervista

Abbiamo intervistato Matteo e Giulia dell’allevamento dei Bulli Invincibili e Giorgia, la proprietaria di Dana Dei Bulli Invincibili, il nostro nuovo VIF – Very Important Frenchie. In questa doppia intervista leggerai due storie parallele, due mondi (allevamento e cliente privato) che si incontrano, il rapporto di fiducia che si crea e che si rafforza anche dopo che il cucciolo è stato affidato alla nuova famiglia. Un allevatore serio è colui che c’è nel momento di difficoltà. Sei pronto? Iniziamo! Buona lettura!

Per avere un Bouledogue Francese come Dana basta prendere due Bouledogue a caso ed accoppiarli?

Assolutamente no!
Quando si ha intenzione di fare un accoppiamento vanno valutati i cani innanzitutto singolarmente e poi come coppia. Quindi, ogni cane dovrà essere testato per le patologie di razza risultando idoneo, nonché dovrà essere un soggetto caratterialmente tipico e morfologicamente quanto più possibile vicino allo standard Bouledogue Francese, senza avere nessun difetto ritenuto troppo grave. A questo punto si valuta una combinazione, che viene ragionata per sopperire a difetti minori e che non deve assolutamente presentare consanguineità strette.
In definitiva: l’obiettivo deve essere quello di creare una generazione migliore di quella di partenza altrimenti non si può parlare di selezione.

Dana Dei Bulli Invincibili insieme ai suoi fratellini
Dana Dei Bulli Invincibili insieme ai suoi fratellini

Seguire il parto di una fattrice è una cosa che possono fare tutti?

No, non ci si può improvvisare.
È fondamentale capire che enorme responsabilità c’è nel decidere (perché non scelgono i cani) di mettere al mondo nuove creature, ci vuole tanta etica e bisogna mettere al primo posto il benessere dei cani. La cucciolata è una fatica enorme e solo quando si è abbastanza preparati si può procedere. È fondamentale avere dei professionisti che ti seguono e ogni cosa deve essere fatta ad arte. Inoltre è importante trovare delle famiglie adatte che andranno seguite per sempre.



Perché non posso venire a prendere subito un cucciolo che avete disponibile?

Tutto ha un suo tempo.
È importantissimo che i cuccioli stiano con la mamma fino a quando sarà lei stessa ad iniziare il naturale processo del distacco. Fino a 80-90 giorni di vita, il cucciolo riceve dalla madre un’educazione ed una socializzazione primaria, indispensabile per far crescere in equilibrio il cane. Molto spesso i problemi comportamentali dei cuccioli sono una conseguenza del precoce distacco dalla madre.

Dana Dei Bulli Invincibili
Dana Dei Bulli Invincibili socializza con i fratelli

Come avete selezionato gli umani giusti per Dana?

I proprietari li selezioniamo tutti allo stesso modo. Il primo colloquio nella maggior parte dei casi è telefonico e noi abbiamo sviluppato un certo sesto senso che già dalle prime battute ci fa capire se la persona può essere un possibile buon proprietario. Noi vogliamo che i nostri cani siano amati e felici, e affinché questo avvenga è importante che le nuove famiglie abbiano tutti i mezzi che occorrono per vivere con un cane: il tempo da dedicargli, la forza economica per non fargli mancare nulla, le giuste conoscenze sulla razza e sui cani in generale, infine la determinazione che hanno perché prendere un cane non è una scelta da fare in leggerezza.
Fin da subito Giorgia, e la famiglia Panunzi, ci hanno fatto una brillante impressione e con il tempo siamo stati sempre più contenti della scelta fatta. Dana la sentiamo ancora a casa! Siamo costantemente aggiornati da Giorgia ed è una gioia vederla sorridere … perché i cani sorridono con gli occhi.

Fate consegne a domicilio? Posso averlo senza pedigree che non devo fare mostre?

E che cos’è una pizza!?!
Il cliente deve venire qui, vedere i cani, dove vivono, tutti i sudati documenti e noi. E noi dobbiamo vedere loro. Poi al massimo se il nuovo proprietario viene prima della consegna e successivamente ha bisogno di un aiuto per raggiungere nuovamente il cane possiamo ipotizzare altre soluzioni in cui si coinvolgono terzi, ma parliamo di professionisti e di casi eccezionali.
Noi non abbiamo cani senza pedigree perché i cani sono di razza solo con questo documento per legge, e ricordiamo che l’unico pedigree valido è quello rilasciato da ENCI. Il pedigree è il documento di identità del cane e ci racconta tutta la sua storia. Chi compra senza pedigree non solo si sta facendo raggirare ma alimenta un mercato fatto o di persone che accoppiano cani senza la minima nozione o peggio che trafficano illegalmente.

Dana Dei Bulli Invincibili in relax sul prato
Dana Dei Bulli Invincibili in relax sul prato

Ringraziamo molto Giulia dell’Allevamento dei Bulli Invincibili che ci ha raccontato fino a qui come hanno cresciuto Dana.

Ora è il momento di passare la palla a Giorgia. Giorgia è la nuova compagna umana di Dana. Le abbiamo chiesto diverse cose: come è arrivata la scelta dell’Allevamento e come è stato accogliere Dana Dei Bulli Invincibili nella sua casa, dove ci sono anche altri cani.

Ciao Giorgia!
Ci racconti come vi siete avvicinati alla razza Bouledogue Francese e come avete scelto l’allevamento Dei Bulli Invincibili?

Io e la mia famiglia ci siamo avvicinati alla razza del Bouledogue Francese dopo diverse ricerche. Cercavamo un molossoide di piccole dimensioni, sempre gioioso e giocherellone. Il Bouledogue Francese ci è sembrato il cane più adatto a noi, e così è stato.
Matteo e Giulia li ho trovati dopo un approfondito studio riguardante gli allevamenti e gli allevatori, non conoscendoli personalmente ho preferito prima sentirli tramite telefono e in seguito ci siamo conosciuti di persona. Incontrandoli ho avuto modo di vedere i loro cani, i genitori della mia Dana, cosa molto importante quando si decide di prendere un cucciolo, di qualsiasi razza!


Allevatori ENCI

Attualmente è presente sul sito dell’Enci la lista di tutti gli allevatori riconosciuti Bouledogue Francese, nel caso in cui qualcuno fosse intenzione ad acquistare un cucciolo, consiglio di rivolgersi agli allevamenti li citati per evitare di incombere in acquisti incauti con alla base un’invitante descrizione del cucciolo con qualche mantello fantasioso. È molto importante seguire delle linee guida per permettere alla razza di essere tutelata e per emarginare il più possibile i truffatori.

Giorgia e Dana Dei Bulli Invincibili
Giorgia e Dana Dei Bulli Invincibili

Com’è stato il primo impatto con gli allevatori di Dana Dei Bulli Invincibili?

Il primo impatto con gli allevatori è stato importantissimo e da subito abbiamo percepito grande professionalità. Inizialmente ho parlato telefonicamente con Matteo, c’è stato uno scambio di domande reciproco, lui doveva conoscere me, la mia famiglia e la voglia di avere un suo cane, io invece dovevo conoscere la storia del mio eventuale futuro cane, quindi ci sono state domande sui genitori, sulla loro salute, sui loro caratteri, e via dicendo.

Com’è il vostro rapporto a distanza di tempo?

A distanza di quasi due anni posso dire di sapere perfettamente che nel caso in cui dovessi avere problemi con Dana alzando il telefono avrò sempre Giulia e Matteo pronti a consigliarmi e indirizzarmi. I miei allevatori sono persone fantastiche, abbiamo mantenuto un rapporto bellissimo, un rapporto d’amicizia che va al di là di Dana e non lo dico perché sono di parte, ma perché è la realtà, e con il loro appoggio abbiamo anche fatto un bel percorso nel mondo delle gare cinofile.

Giorgia e Dana Dei Bulli Invincibili in Expo
Giorgia e Dana Dei Bulli Invincibili in Expo

La prima volta che avete visto Dana Dei Bulli Invincibili?

La prima volta che abbiamo visto Dana è stata un’emozione unica, ci siamo subito innamorati. Quando era ancora molto piccola, non abbiamo avuto nessun contatto con lei perché si sa…. le cucciolate sono delicate, bisogna essere prudenti e non permettere che un cucciolo possa ammalarsi entrando in contatto con batteri o patogeni portati dall’esterno. Quindi nessun contatto con lei fino al secondo incontro e ci siamo limitati nel guardare come interagisse con la mamma e con i suoi fratelli. Avevamo già gli occhi dell’amore!


Dana ha scelto voi o viceversa?

Dana è stata scelta da noi. Cercavamo una femmina bianco/fulvo e appena ho visto la foto della cucciolata sulla pagina dell’allevamento siamo entrati in fibrillazione. Matteo l’avevo contattato l’anno precedente per avere un cucciolo ma al momento della mia richiesta non c’erano cucciolate disponibili. É bastato avere pazienza per avere il cane dei miei sogni.

Giorgia e Dana Dei Bulli invincibili in Expo assieme al giudice che le ha premiate
Giorgia e Dana Dei Bulli invincibili in Expo assieme al Giudice che le ha premiate

Come state educando Dana? Avete avuto difficoltà?

Dana è un cane impegnativo, è una femmina con molto carattere, vuole essere sempre al centro dell’attenzione. Devo ammettere che all’inizio è stato complicato perché noi abbiamo anche Matilda, una Bull Mastiff di 5 anni, Tato, un meticcio di 12 anni e due gatti. Tra loro c’era molto armonia, con l’arrivo di Dana questo equilibrio si è rotto. Con il tempo però tutto è tornato come prima, se non meglio! Dana e Matilda dopo le litigate iniziali, ora vivono in simbiosi, sempre vicine, giocano tutto il giorno. Bisogna dal loro il tempo giusto di adattarsi.

Dana Dei Bulli Invincibili a suo agio nella nuova casa
Dana Dei Bulli Invincibili a suo agio nella nuova casa con i nuovi amici di vita e compagni di gioco

Raccontateci una giornata tipo di Dana!

La nostra giornata tipo inizia sempre con l’immancabile uscita delle 7.30 per i bisogni, la mattina sono un po’ pigre quindi ne approfitto per studiare in tranquillità. All’ora di pranzo le porto nuovamente fuori, d’inverno intorno alle 14 andiamo al parco per permetterle di correre e giocare con altri cani dato che viviamo in appartamento ed è giusto che ogni cane possa svagarsi. L’estate invece è importante che al parco ci vadano in orari freschi poiché essendo brachicefali, potrebbero avere problemi di respirazione. Al ritorno della passeggiata mangiano, mai prima… per evitare torsioni allo stomaco! Il pomeriggio si divertono in casa correndo da una stanza all’altra, e la sera riescono per poi mangiare nuovamente.

Ora che Dana è con voi, sta andando tutto come avevate previsto?

Ora che Dana è con noi, non è come abbiamo previsto… è molto meglio. Dana riesce a riempire casa d’amore, è di una dolcezza inaudita ma allo stesso tempo è un piccolo diavolo. Siamo tutti innamorati di lei, penso che sia un cane un po’ speciale.

Find the Frenchie!

Ringraziamo Matteo, Giulia e Giorgia per questa intervista speciale!

 

Altri argomenti che potrebbero interessarti




Intervista all’allevamento Dei Bulli Invincibili di Matteo Pirisi e Giulia Valente

Bouledogue Francese e colpo di calore, ecco alcuni consigli essenziali

Recinto per cani da interno e trasportino. I nostri consigli.

Cucciolo di Bouledogue Francese. Cosa gli serve davvero? La nostra Guida

Se vuoi metterti in contatto con noi o raccontarci la tua storia scrivi a info@findthefrenchie.com oppure unisciti alla nostra pagina Facebook.

Find The Frenchie!