In questo articolo ti raccontiamo la nostra esperienza con il lava zampe per cani. La bella stagione è arrivata. Con la primavera fanno capolino piante, urticanti e pollini che possono dar fastidio alla cute e al pelo di Dante e Mia.

Dante e Mia guardano incuriositi il lava zampe per cani
Dante e Mia guardano incuriositi il lava zampe per cani

In caso di prurito intenso il veterinario ci ha consigliato di fare dei pediluvi igienici e curativi a giorni alterni con acqua tiepida e shampoo specifico. Avevamo bisogno di un’alternativa alla classica bacinella e così abbiamo fatto una indagine in rete. Abbiamo scoperto l’esistenza del lava zampe per cani! Dirai… la scoperta dell’acqua calda! Eh sì! Che poi c’è tanta scelta di lavazampe sia per forma che per colori. Qui di seguito la nostra scelta considerando il buon rapporto qualità/prezzo e la struttura stabile della base.

La confezione del lava zampe

Il pulisci zampe che abbiamo acquistato è di forma cilindrica rigida con al suo interno un tappeto (estraibile) con morbide setole in silicone. Abbiamo scelto una misura standard che può accogliere comodamente sia le zampine di Mia che quelle più grandi di Dante.

Pulisci zampe - Misura standard- pet animal

Nella confezione c’è anche un tondo ondulato che si avvita al cilindro per evitare che l’acqua esca dal contenitore. Inoltre, nella confezione c’è anche un cordino per portarsi appresso il lava zampe e un morbido panno in microfibra color verde smeraldo.

Come si usa il lava zampe?

Il lavazampe è molto semplice da utilizzare. Noi facciamo così.

  • Prendi il cilindro, riempilo per metà di acqua tiepida e qualche goccia di shampoo per cani.
  • Avvitalo con il tondo ondulato così eviti che l’acqua fuoriesca e il tappeto in silicone scivoli via.
  • Inserisci dolcemente la zampa del tuo Bouledogue. Poi fai ruotare il lavazampe in senso orario e antiorario due o tre volte. Se il risultato è acqua molto sporco gettala via e rimettine di pulita per sciacquare per bene la zampa.
  • Lo stesso processo va fatto per tutte e quattro le zampe
  • Asciuga bene le zampe del tuo Bouledogue con il panno in dotazione soprattutto le pieghe interdigitali. Se il tuo Bouledogue ha la dermatite è altamente consigliato asciugare molto bene la zampa e non lasciarla asciugare sotto il sole.

    Istruzioni del lava zampe: riempi il cilindro di acqua e shampoo, inserisci la zampa e ruota il lavazampa per 3/4 volte, asciuga la zampa. Finito!

Conclusione

Il lava zampe è uno strumento comodo e veloce per pulire le zampe delicate dei nostri Bouledogue. Sia Dante che Mia apprezzano il morbido massaggio delle setole in silicone e non fanno i capricci. In questo modo preserviamo l’idratazione e la salvaguardia della loro cute tenendo a bada il prurito, il rossore e altre fastidiose irritazioni tra le pieghe interdigitali delle zampe. Cosa molto importante: non c’è una fase di allestimento e neppure un post pulizia impegnativo con il lava zampe. Non devi far altro che riempire il cilindro e ruotarlo sulla zampe! Qui di seguito altri modelli e kit di cura delle zampe

Consigliamo il suo utilizzo non solo con la bella stagione ma tutto l’anno. Puoi utilizzarlo quando lo ritieni necessario. Al rientro dalle passeggiate: rimuove rapidamente fango, sabbia, sporco, germi e batteri nocivi. Al contempo non devi poi pulire i pavimenti, la cuccia, i tappeti, i cuscini di casa o l’allestimento della tua vettura.

Find the Frenchie,
Scritto perché provato

Altri argomenti che potrebbero interessarti

Shampoo per Bouledogue Francese. Recensioni dei migliori.

Il tuo Bulldog Francese perde troppo pelo? La spazzola Furminator è la risposta.

Guanti in gomma per cani. La nostra recensione

Perdita di pelo nel Bouledogue Francese. I nostri consigli

La Dermatite atopica nel Bouledogue Francese. La nostra esperienza!

Scriviamo un articolo a settimana. Se vuoi riceverlo iscriviti subito alla nostra newsletter.
Se vuoi metterti in contatto diretto scrivi a info@findthefrenchie.com
Raccontiamo la vita di Dante e Mia sui social Facebook Instagram e Youtube
Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!