Cucina casalinga per cani. Pet Chef per un giorno!

cucina casalinga per cani workshop Petit Chef Treviso
I 6 partecipanti del WorkShop formativo Pet Chef per un giorno. In cucina divertendosi ūüôā

Ad inizio dicembre abbiamo partecipato al Workshop Formativo Pet Chef per un giorno organizzato da PETit Chef di Treviso gastronomia artigianale per cani. Insieme a Barbara Рfondatrice di PETit Chef oltre che biologa, esperta di alimentazione e nutrizione animale Рabbiamo imparato le basi per la cucina casalinga per cani e abbiamo scoperto come preparare un pranzetto per i nostri Bouledogue Francese.
Come ben sai ogni Bouledogue Francese è un cane a sé, con la sua storia, possibili allergie, intolleranze ed ovviamente ha le sue abitudini alimentari. Intraprendere la via della cucina casalinga per cani è una scelta importante. Ti consigliamo di leggere con attenzione la nostra testimonianza e, se fa per te, confrontati con un professionista della nutrizione animale come Barbara, con il tuo veterinario oppure affidati ad una nutrizionista del cane.

I temi trattati al WorkShop Cucina casalinga per cani

I punti trattati nel workshop Cucina casalinga per cani sono stati:

  • Il giusto bilanciamento nell’alimentazione domestica del cane
  • Alcune linee guida sul fabbisogno alimentare del cane
  • Le caratteristiche principali degli alimenti
  • La cottura a vapore e la cottura sottovuoto
  • L’importanza degli integratori alimentari nella dieta del cane
  • Come calcolare il fabbisogno energetico del proprio cane
cucina casalinga per cani piano di lavoro
Cucina casalinga per cani. Workshop Pet Chef per un giorno!

Siamo rientrati a casa soddisfatti dal corso con in mano due bustine corrispondenti a due pasti completi, nutrienti e su misura per i nostri Bouledogue Francese, Dante e Mia. √Č stata una bella mattinata in cui abbiamo avuto l’occasione di scoprire le basi della cucina casalinga per cani e per chiarire alcuni punti sulla nutrizione del Bouledogue.

Equilibrio e buon senso

Ogni cane √® un essere vivente unico e particolare pertanto non si pu√≤ pensare che esista una formula precisa che permetta di calcolare esattamente i fabbisogni energetici di ciascun cane. Si pu√≤ per√≤ fare una stima della quantit√† di energia di cui il cane ha bisogno giornalmente per poi verificarla nel tempo e capire se la quantit√† di cibo somministrata √® l’ideale oppure no. Cos√¨ come non esistono delle percentuali rigorose sulle proporzioni tra i vari ingredienti e le dosi da somministrare. Ogni cane √® diverso dall’alto, ogni cane risponde in modo personale ad una dieta ed √® per questo che √® importante saper equilibrare le quantit√† di proteine, di grassi e carboidrati in modo da non fare mancare nulla nell’alimentazione casalinga quotidiana. Con il tempo magari si scoprir√† che ci sono dei cibi che piacciono maggiormente al proprio cane ed altri che non verranno apprezzati. Per paradosso, per i nostri amici a quattro zampe c’√® pi√Ļ ansia per la loro salute che per la nostra!



Linee guida sul fabbisogno alimentare del cane

Il cane ha bisogno di una quantit√† di cibo pari circa al 3% del suo peso corporeo, pu√≤ arrivare fino al 5% in casi particolari come nel caso dei cani da caccia. Questo valore √® comunque solo indicativo, in quanto dipende dalla densit√† calorica della pietanza che andrai a preparare. Precisiamo che, prima di partecipare al workshop Cucina casalinga per cani, abbiamo condiviso con Barbara le abitudini alimentari dei nostri Bulli e l’et√†, il peso ed eventuali allergie. Di comune accordo abbiamo deciso che la soluzione ideale fosse di utilizzare il merluzzo come principale fonte di proteine ed in alternativa il tacchino.

cucina casalinga per cani bilancia
La bilancia è un prezioso quanto fondamentale alleato per la cucina casalinga per il cane

Come calcolare il fabbisogno energetico del mio cane?

Ogni cane ha necessit√† di assumere un determinato quantitativo di calorie e bisogna tener conto dell’et√†, se il cane √® sterilizzato o no, che fa durante il giorno. Ovvero se √® dinamico, se corre oppure se ronfa spesso. La parte difficile √® il calcolo del fabbisogno energetico e ci sono diverse formule disponibili. Noi vi riportiamo quella proposta da Barbara. Procuratevi una calcolatrice scientifica oppure utilizzate quella sul vostro smartphone (capovolgetelo per avere la funzione calcolatrice scientifica).

  1. Pesa il tuo cane
  2. Prendi la calcolatrice
  3. Scrivi il peso del cane
  4. Clicca il tasto Xy e scrivi 0,75
  5. Clicca il tasto uguale (=)
  6. Moltiplica per 70
  7. Clicca di nuovo il tasto uguale (=)
  8. Il valore che otterrai è il Peso Equivalente

Esempio Pratico: Dante pesa 14 Kg. quindi il suo Peso Equivalente è di 506,63.
Il valore Peso Equivalente 506,63 va moltiplicato per un numero in base alle caratteristiche del vostro Bullo come da prospetto qui di seguito:

Caratteristiche | Coefficiente

Cane Adulto 1-2 anni | 1,7
Cane Adulto 3-7 anni | 1,4
Cane Adulto > 7 anni | 1,1
Cane Adulto Sterilizzato | 1,6
Cane inattivo o obeso | 1

Il valore che otterrai √® il fabbisogno calorico giornaliero del tuo cane. Ritornando all’esempio di Dante 506,63 x1,7 = 861,28 ovvero il suo fabbisogno calorico giornaliero.

Ora che hai questo valore devi calcolare quanto alimento somministrare. Qui procediamo ad una approssimazione, e quindi supporre che in media, un cibo fresco apporti circa 1,2 kcal per grammo. Quindi il calcolo è il seguente:
Fabbisogno calorico quotidiano diviso 1,2 e si avranno i grammi totali.
Nel nostro esempio 861,28/1,2= 717,731 gr.

Ti ricordiamo che non è consigliato dare da mangiare al tuo Bullo tutto in un unico pasto ma frazionare la quantità in due o tre pasti giornalieri.



La ricetta e le proporzioni nella cucina casalinga per cani

Il pasto che abbiamo preparato √® un’insieme di ingredienti sapientemente bilanciati in due modalit√† di cottura: sottovuoto e vapore. Ovvero siamo andati a casa con due sacchetti contenenti ciascuno un pasto: uno cotto a vapore e l’altro cotto sottovuoto.

La composizione di una ricetta bilanciata è costituita da questi elementi e proporzioni: 58% di Proteina | 28% di Cereale | 10% di Verdure | 4% di Olio

Proprio in virt√Ļ del tipo di cottura, sottovuoto e vapore, Barbara ha fatto cuocere del merluzzo e del tacchino. Apriamo una parentesi sulla modalit√† di cottura. Bisogna considerare che purtroppo, con la cottura a vapore si va a perdere circa il 30%- 35% del peso del prodotto mentre la cottura sottovuoto mantiene 99%.¬†A testimonianza di ci√≤, a fine workshop abbiamo portato a casa due bustine: pasto con cottura sottovuoto con 200 gr di cibo e una bustina con cottura al vapore con circa 160 gr. di cibo. Una bella differenza! E non solo di ‘spreco’ di cibo ma anche il risultato con il sottovuoto √® di gran lunga migliore in fatto di consistenza, gusto e propriet√† nutritive.

Vediamo le proporzioni del pasto medio di 200 gr. che Barbara ci ha fatto preparare

  • il 58% di proteina ovvero del merluzzo cotto √® 116 gr.
  • il 28% di cereale (abbiamo scelto il riso) √® 56 gr. oppure si pu√≤ optare per l’avena e siccome √® secca la percentuale corretta √® 20 gr. di avena + 40 gr.di acqua
  • il 10% di verdure di stagione (abbiamo scelto la zucca)
  • il 4% di olio √® 8 gr. (abbiamo scelto olio di fegato di merluzzo)
  • in pi√Ļ 1 gr. di guscio d’uvo come integratore di calcio.

Mescolare tutto insieme e servire nella ciotola!

cucina casalinga per cani cottura sottovuoto
Le bustine con cibo cotto sottovuoto

Come procedere al passaggio tra l’alimentazione industriale e l’alimentazione fresca?

Il passaggio tra le crocchette e il pasto casalingo deve avvenire in modo graduale, nell’arco di 5/7 giorni per ridurre la possibilit√† che il cambio di dieta provochi disturbi gastrointestinali come vomito o diarrea. Nel caso per√≤ si presentassero non allarmarti, sono disturbi transitori e non gravi. Si tratta di un naturale processo di disintossicazione e di adeguamento dell’organismo a alimenti freschi e nutrienti. La cartina di tornasole √® la consistenza delle feci: devono essere morbide, lucide, ben formate e meno abbondanti, proprio perch√© non c’√® materiale di rifiuto da espellere. Noi abbiamo seguito il consiglio di Barbara e abbiamo somministrato a Dante e Mia un pasto con solo il 25% del nuovo alimento in aggiunta alle crocchette Simpson. I nostri Bouledogue hanno gustato moltissimo il mix tanto che hanno leccato e ri-leccato le rispettive ciotole fino a farle brillare!

Conclusioni

√ą innegabile che la cucina casalinga per cani presenta alcuni vantaggi, primo fra tutti l’esatta conoscenza di quali ingredienti vengono impiegati e, perch√© no, divertirsi a cucinare anche per il proprio Bouledogue! Sicuramente variando gli alimenti freschi, mettendoci tanto impegno (tempo, cura, finanze) per realizzare un pasto sfizioso si andranno a scoprire i gusti del proprio bullo, stringendo cos√¨ il legame che ti lega a lui.

Se vuoi approfondire la cucina casalinga per cani eccoti alcune letture

Find the Frenchie!
Scritto perché provato

Altri argomenti che potrebbero interessarti



Cucciolo di Bouledogue Francese. Cosa gli serve davvero? La nostra Guida

Corna di cervo per la pulizia dei denti del Bulldog Francese. Scopri ora!

Crocchette Simpson – La nostra recensione

Bouledogue Francese maschio o femmina? Il confronto!

Se vuoi metterti in contatto con noi o raccontarci la tua storia scrivi a info@findthefrenchie.com oppure unisciti alla nostra pagina Facebook.