In questo articolo parliamo delle possibili reazioni allergiche scatenate dall’antiparassitario per cani.

In pandemia non siamo riusciti ad andare direttamente dal veterinario e quindi lo abbiamo sentito al cellulare. Abbiamo dovuto cambiare profilassi antiparassitaria e affidarci a un farmaco veterinario che protegge anche dalla filaria. Eravamo un pò in ansia. Dante è un Bouledogue con cute sensibile e avrebbe potuto scatenarsi una allergia da antiparassitario.

Con l’arrivo della primavera è bene dotarsi di antiparassitari per proteggere il proprio cane. Dante osserva la natura protetto da antiparassitario interno + repellente spray all’olio di neem

Combinata antiparassitario + repellente

La scorsa estate Dante ha avuto ben due episodi di hot spot scatenati probabilmente da punture di insetto. Mia, al contrario e per fortuna, non ha mai avuto queste violente reazioni cutanee. Siamo quindi giunti alla conclusione che tra i due, Dante è sensibile ad hot spot e va maggiormente protetto.

Ora, il dubbio è che l’hot spot si manifesti anche per altre cause oltre i morsi di insetto. Per tal motivo la nuova profilassi prevede la combinata antiparassitario per bocca + repellente naturale. Abbiamo scelto uno spray all’olio di neem da vaporizzare prima di scendere in passeggiata.

C’è un però. Sarà il clima caldo-umido, sarà il cambiamento climatico ma nell’ultima settimana le bestiacce si sono moltiplicate. Abbiamo quindi il timore che l’azione del repellente naturale non sia sufficiente. Che fare?

Allergia da antiparassitario

Nel dubbio abbiamo interpellato di nuovo il nostro veterinario. Che sia il caso di utilizzare anche un antiparassitario repellente (spot on o collare) oltre a quello per bocca? No. per Dante non va bene!

In generale non è corretto somministrare contemporaneamente due antiparassitari al cane. Si andrebbe a sovraccaricare di medicine l’animale anche se è il collare (effettivamente Seresto dura 8 mesi, potente lo deve essere… ndr). Anzi, su Dante potrebbe scatenarsi proprio l’hot spot.

Hot Spot cane Bouledogue - taglio del pelo
Hot Spot di Dante nell’estate 2019, purtroppo l’entità dell’hot spot è visibile solo dopo la rasatura del pelo che è indispensabile per la guarigione della ferita.

Possibili strade

  1. continuiamo con la combinata antiparassitario in pastiglia + repellente naturale
  2. oppure sostituzione dell’attuale antiparassitario con un altro che faccia anche da repellente + aggiunta di profilassi filaria (pastiglia o puntura).

Abbiamo indagato, chiesto ad utenti e amici fidati la loro esperienza. Non possiamo generalizzare e fare di tutta l’erba un fascio ma per noi un caso è stato emblematico. Tienine conto se anche il tuo Bouledogue è facile a reazione cutanee (ponfi, rossori, dermatite). Ti raccontiamo la storia di Rocco.

Allergia da antiparassitario nel Bouledogue Francese. Hot spot
2017 – Rocco con due hot spot causati da una reazione allergica da antiparassitario Advantix. Povero!!!

Rocco e l’allergia da antiparassitario

Rocco, un bellissimo Bouledogue bringe, ha avuto ben due hot spot contemporaneamente. Prova ad immaginare la situazione.

È il tuo primo Bouledogue. Non ha neppure 2 anni, inizia a grattarsi insistentemente fino a farsi del male ma non abbaia, non si lamenta. Pensi che tutto sommato abbia solo un pò di prurito… Poi vedi una crosticina, il pelo è stranamente umidiccio e attaccato. Inizi a preoccuparti e, come Massimo (il proprietario di Rocco, ndr), chiami il veterinario e poi ti fiondi in ambulatorio! Così si scopre che sotto il pelo c’erano 2 hot spot (si deve tagliare il pelo per capirlo, ndr) e che per fortuna non era rogna rossa. Il veterinario ha indagato e capito che quella reazione cutanea così violenta era dovuta all’allergia da antiparassitario (Advantix, ndr). Pazzesco! Purtroppo Rocco è stato ‘pelato’ in due punti per evitare che l’hot spot si diffondesse, poi pomata e antibiotico. Le ferite in carne viva devono respirare per favorire il processo di cicatrizzazione della cute. Tantissima pazienza per la ricrescita del pelo.

Tutto è bene quel che finisce bene

Ora Rocco sta bene. Dopo l’effetto collaterale da antiparassitario Advantix, indossa il collarino Scalibor, a maggio profilassi della filaria, e quando va in campeggio con la famiglia, viene protetto con uno spray naturale (azione repellente). Il veterinario ha consigliato quindi un collare come antiparassitario (tollerato da Rocco) e, a rinforzo, un repellente spray naturale.

Gli antiparassitari sono dei farmaci da banco

La morale di questo articolo è che gli antiparassitari pubblicizzati in TV e riviste – e che poi troviamo anche al supermercato o in parafarmacia – sono a tutti gli effetti dei medicinali veterinari da banco e vanno sempre utilizzati con attenzione. Evita il fai da te e nel dubbio chiama il veterinario per un confronto. Segui i suoi consigli. Non improvvisarti piccolo chimico, e “decifratore” di principi attivi. Noi seguiremo la strada antiparassitario + spray naturale (e speriamo bene!)

Find the Frenchie!
Scritto perché provato

Altri argomenti che potrebbero interessarti

Antiparassitari per Bouledogue Francese. Prodotti, indicazioni e consigli pratici

Perdita pelo del Bouledogue? Le nostre risposte da leggere subito

Guanti in gomma per cani che perdono il pelo. Recensione

Hot Spot da puntura di insetto. La nostra esperienza

Scriviamo un articolo a settimana. Se vuoi riceverlo iscriviti subito alla nostra newsletter.
Se vuoi metterti in contatto diretto scrivi a info@findthefrenchie.com
Raccontiamo la vita di Dante e Mia sui social Facebook Instagram e Youtube
Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!