Recinto per cani da interno.

In rete e sui social si discute spesso se sia giusto o meno tenere il cane in un recinto. Molte persone lo considerano un maltrattamento, una privazione della libertà del cane che merita di essere libero. Di posizione completamente opposta chi reputa il recinto uno strumento educativo e utile per evitare che il cane distrugga casa, specie nel primo anno di vita.
Ti raccontiamo la nostra posizione in merito e del perché utilizziamo un recinto per cani da interno per Dante e Mia, i nostri Bouledogue Francese.


L’esuberanza nel cucciolo di Bouledogue Francese

Se vedi spesso immagini di Bulldog Francese che dormono o che stanno pacifici nelle loro cucce, bene, devi sapere che non passano tutto il tempo a sonnecchiare soprattutto quando sono piccini!

Come tutti i cuccioli, anche il cucciolo di Bouledogue Francese è molto attivo e te ne renderai subito conto quando lo porterai a casa. Inizierà ad esplorare l’ambiente, a mordicchiare una sedia, un mobile, le ciabatte, un cuscino e qualsiasi cosa gli capiti a tiro. Il mordicchiare, rosicchiare, addentare gli oggetti è un’attività naturale per il Bouledogue Francese. É curioso, esploratore e poi, lo farà perché avrà bisogno di lenire il dolore dovuto al cambiamento dei denti. Inoltre, armati di pazienza con il tuo cucciolo: fino a quando non gli avrai insegnato a fare i bisognini sull’erba lascerà “ricordini” in giro. Se ti è possibile portarlo a fare i bisognini ogni due ore in modo che impari da subito dove farli.

L’educazione al recinto: come evitare che il cane ne abbia paura

In alcune discussioni sui Gruppi Facebook dedicati al Bouledogue, il recinto viene descritto come uno strumento di cui il cane ha paura e nel quale non vuole stare, portandolo al pianto e anche alla disperazione. Questo accade perché il cane non è abituato ad utilizzare il recinto e si trova di punto in bianco a farlo, anche forzosamente.

Se hai intenzione di utilizzare un recinto per cani, ti consigliamo di farlo in modo graduale, cercando sempre il rinforzo positivo, senza forzature. Il recinto per il cane deve diventare la sua tana ovvero il luogo dove sa che nessuno potrà disturbarlo. Come si ottiene questo risultato? Prima di tutto dovrai avere pazienza! In secondo luogo premia il cucciolo con degli snack (o qualche crocchetta che usi per i pasti) quando si trova all’interno del recinto in modo che lo associ a qualcosa di positivo. Entraci anche tu e giocaci insieme! Oppure all’interno del recinto fagli trovare il suo giochino preferito e se resta all’interno del recinto senza piangere, premialo.


Se sei stato assente per un paio di ore? E quando torni il tuo cucciolo è agitato e vuole uscire dal recinto? Aspetta un attimo e fallo calmare. Non badarlo con enfasi, non agitarti 🙂 non fare le feste, non chiamarlo urlando il suo nome o altri vezzeggiativi. Fai calmare il tuo cucciolo, parlagli con tono calmo senza agitarlo ulteriormente, una volta calmato potrai farlo uscire e premiarlo.

Recinto per cani da interno: quale scegliere?

Nel video qui sotto puoi vedere come abbiamo allestito il recinto per Dante e Mia.

Il recinto per il tuo Bouledogue Francese deve essere solido, avere la maglia della recinzione fitta, tanto da impedire che il cucciolo ci possa infilare dentro la testa ed essere abbastanza alto per evitare che il Bouledogue Francese lo scavalchi. Non ci devono essere spuntoni o parti in metallo appuntite e sporgenti che possano ferirlo. Ovviamente non deve mancare la porta per consentire al tuo bullo di entrare o uscire nel recinto.

La nostra scelta

La nostra scelta è ricaduta sul recinto da interno Songmics. Ad essere precisi ne abbiamo uniti due dello stesso modello (il primo che vedi nella gallery qui sotto) in modo da avere un’area calpestabile adeguata per Dante e Mia. Le misure del nostro recinto sono 120 cm larghezza x 155 cm di lunghezza per un’altezza di 69 cm. Nell’area del recinto trovano spazio la cuccia grande, una ciotola d’acqua e inizialmente la traversina ecologica. La qualità e la resistenza dei materiali è ottima essendo il recinto in ferro, ha resistito anche ai mordicchi di Mia cucciola. Ai lati del recinto abbiamo inserito dei pannelli di poliplat bianco per proteggere le pareti del nostro studio. Il recinto per cani da appartamento è la soluzione ideale per proteggere casa se ti assenti per qualche ora, se hai necessità di pulire a fondo casa o se hai più di un cane e uno di questi è convalescente.

Recinto per cani da appartamento: risponde veloci

Posso lasciare il mio Bulldog francese nel recinto otto ore al giorno?
Assolutamente no! Se non hai il tempo necessario per accudire il tuo cane, dovrai farti aiutare da una persona di fiducia o da una dog sitter.

Ho lasciato il mio Bulldog francese nel recinto ma ha fatto un disastro!
Il cane va abituato in maniera graduale al recinto, va quindi lasciato al suo interno per poco tempo in modo che si abitui pian piano. Prima di lasciarlo nel recinto il tuo bullo deve sentirsi “appagato” dalle attività appena fatte, come una lunga passeggiata o una sessione di gioco. In pratica bisogna “stancarlo”.

Recinto interno per cani
Il recinto interno per cani posizionato nel nostro studio. É una soluzione molto utile per evitare che il cucciolo mordicchi gli oggetti ed i mobili di tutta casa. Inoltre sarà per il tuo bullo la sua tana.

Posso lasciare dei giochi all’interno del recinto?
Se il tuo bouledogue francese è ancora cucciolo sarebbe meglio evitare di lasciare giochini nel recinto: potrebbe ingoiare parti del gioco e soffocare. Per lo stesso motivo evita di lasciare al tuo bullo le corna di cervo o daino. Ti consigliamo di utilizzare snack e giochi sempre sotto la tua supervisione.

Pavimentazione per il recinto per cane: cosa non utilizzare.

Il recinto da interno di Dante e Mia è posizionato nel nostro studio, con la pavimentazione in parquet. Fin da subito abbiamo capito che parquet e recinto non potevano andare d’accordo. Il parquet, essendo delicato e prezioso, non è adatto ad accogliere un recinto in ferro per cani! I nostri bulli avrebbero potuto fare i bisognini o ribaltare la ciotola dell’acqua (infatti è successo…) oppure graffiare il parquet durante i loro giochi. Abbiamo quindi pensato di mettere una pavimentazione di plastica a protezione del parquet. Per la precisione il materiale scelto inizialmente è stato quello delle tovaglie lavabili, che si acquista al metro nei negozi di bricolage. Per capirsi è la pavimentazione bianca che vedi nel primo video di questo articolo. Pensavamo bastasse… Morale della favola: la scelta si è rivelata sbagliata! Il materiale non è resistente, i nostri cuccioli attratti dal motivo della “tovaglia” sono riusciti a forarla scavando con le zampine. Sembra incredibile ma è andata proprio così. Inoltre, il materiale non era neppure così impermeabile. Tutto da rifare!

Pavimentazione per il recinto per cane: usa il linoleum

Dopo varie ricerche ed altri esperimenti fallimentari (sigh!), abbiamo finalmente trovato la soluzione definitiva! Il linoleum è il pavimento del nostro recinto! Si tratta di un materiale che viene utilizzato proprio per le pavimentazioni, ha vari gradi di calpestabilità e resistenza ed si trova di diversi motivi e spessori.
Noi abbiamo scelto un motivo che richiama quello del parquet e il pavimento si mimetizza alla perfezione! Il linoleum è resistente ai giochi di Bouledogue francese, all’acqua, ai bisognini, si pulisce con la scopa elettrica, si disinfetta con acqua e detergente e non assorbe i liquidi. 

Gabbia zincata per cani: in auto e per le trasferte

Gabbia per cani da utilizzare in auto o come tana in trasferta

A proposito di strutture in metallo. Noi utilizziamo una gabbia in metallo, molto resistente e arieggiata, sia per i viaggi in macchina sia come cuccia ‘chiusa’. Ad esempio: diventa la tana di Dante e Mia in albergo, al contempo, evitiamo che i bulli non facciano danni ai mobili o altro mentre noi visitiamo alcuni luoghi dove non sono ammessi gli animali (esempio musei, terme, alcune spiaggie). La gabbia per cani in metallo non è bella, lo ammettiamo! Ma a vedere Dante e Mia si ronfa alla grande!

Ne riparleremo sicuramente in un prossimo articolo, continua a seguirci!

Find the Frenchie!
Scritto perché provato

Altri argomenti che potrebbero interessarti



La tua casa è a prova di cucciolo? Una lista di cose da fare prima del suo arrivo.

Cuccia per cani, quale scegliere? Leggi subito la nostra Guida!

Recensione Petzolla prato vero in casa. Utilissimo per il cucciolo

Cucciolo di Bouledogue Francese. Cosa gli serve davvero? La nostra Guida

Se vuoi metterti in contatto con noi o raccontarci la tua storia scrivi a info@findthefrenchie.com oppure unisciti alla nostra pagina Facebook.